martedì 8 gennaio 2013

Panettone gastronomico

Riprendo, dopo tanto tempo, gli aggiornamenti del mio blog con una ricetta che ho sperimentato nell'ultimo periodo e che mi ha dato un sacco di soddisfazioni, così anche le amiche che me l'hanno chiesta dopo aver visto le foto potranno leggerla qui!

Questa era una delle ricette proposte dal cuoco del Ristorante La Berlera durante una delle serate/corso alle quali ho partecipato, in particolare quella su antipasti e finger food.
Quando ho visto che avrebbe preparato il panettone gastronomico mi ha fatto immensamente piacere perché era una di quelle cose in cui mi sarebbe piaciuto cimentarmi da sempre, ma attendevo una ricetta collaudata :)

Il cuoco ci ha proposto due versioni della ricetta, una con il normale lievito di birra fresco ed una con la farina autolievitante. Contro ogni mia previsione, alla mia domanda su quale delle due preferisse, lui ha risposto "quella con la farina autolievitante"...che è anche di più semplice esecuzione e così ho deciso di lanciarmi con quella (che è quella che vi propongo di seguito)....in effetti il risultato è stato davvero spettacolare! Io ero un po' restia sul fatto di utilizzare la farina autolievitante, di solito (secondo me) sanno troppo di lievito, ma qui si utilizza la farina autolievitante con lievito naturale (di cui ignoravo l'esistenza visto che uso sempre il ldb fresco) e in effetti il sapore è buonissimo, non c'è veramente differenza!
Io tra l'altro ho usato la farina autolievitante con lievito naturale e manitoba dell'Eurospin che è davvero ottima, peccato non la tengano sempre!

INGREDIENTI:
- 1 kg di farina autolievitante con lievito naturale
- 3 uova intere
- 220 g di latte
- 200 g di acqua
- 40 g di olio evo o burro (io olio)
- 20 g di zucchero
- 25 g di sale

Mettere tutti gli ingredienti nell'impastatrice (oppure fare la classica fontana e impastare a mano) ed impastare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Mettere il tutto in una ciotola, coprire con pellicola e lasciare lievitare in luogo tiepido (io l'ho messo nel forno chiuso con la sola luce accesa) per circa 40/50 minuti.
Trascorso questo tempo, riprendere l'impasto, reimpastare il tutto a mano e formare una palla bella tonda, per poi adagiarla in uno stampo da panettone.
Per chi non disponesse dello stampo nessun problema...sarà sufficiente una normale tortiera a cerniera alla quale basterà alzare i bordi con della carta forno spennellata d'olio. Io il primo l'ho fatto in questo modo ed è venuto altissimo e perfetto. La seconda volta invece ho utilizzato uno stampo per panettone in carta, di quelli usa e getta che si trovano anche nei grandi supermercati sotto Natale.
Coprire nuovamente con pellicola (appoggiata, lasciata morbida e unta con poco olio) e rimettere a lievitare in luogo tiepido per almeno 2 ore - 2 ore e mezza.
Infine incidere a croce (io non l'ho fatto) e infornare a 170/180° per circa 45 minuti.

Alcuni suggerimenti:
Io ero un po' preoccupata dalla dimensione di questo panettone quindi entrambe le volte ho fatto metà dose (utilizzando una tortiera da 20 cm) e mi è venuto già anche troppo alto per il mio forno, pur avendolo messo a cuocere nel ripiano più basso. Penso che la soluzione sia quella di utilizzare uno stampo più largo in modo che anche facendo la dose da un kg venga alto più o meno uguale (in questo modo però non vi verranno mai più di tre o quattro strati - intesi come farciture).
Dopo i primi minuti di cottura, la parte alta si scurisce molto essendo vicina alle resistenze del forno, quindi io di solito copro per il resto della cottura con un foglio di alluminio.

E finalmente, dopo tante chiacchere, ecco la foto del panettone finito!


Come si farcisce e assembla il panettone gastronomico?
Prima di tutto, è consigliabile prepararlo il giorno prima dell'utilizzo e una volta raffreddato conservarlo avvolto da pellicola. Si mantiene morbido come appena fatto, ma leggermente più compatto. Io la prima volta l'ho cotto lo stesso giorno dell'utilizzo ed ho avuto difficoltà a tagliarlo dovendo fare, per forza di cose, delle fette molto larghe. La seconda volta invece l'ho preparato il giorno prima e il giorno dopo si è tagliato perfettamente, con delle belle fette sottili molto regolari.
Esclusi la base e la "calotta" le altre fette vanno farcite due alla volta (esempio: base + fetta + farcitura + fetta + fetta + farcitura + fetta e via dicendo).
Una volta farciti tutti gli strati si tagliano in tanti triangolini e si rimonta tutto come all'inizio oppure alternando i vari tramezzini per alternare i gusti.

E' consigliabile spalmare sempre ogni strato con un velo di maionese o di formaggio spalmabile per far si che il ripieno attacchi meglio e il tutto si compatti di più.
Una volta farcito, coprire con pellicola e lasciare riposare in frigo per un po'...in questo modo si compatta e sarà più facile da tagliare.

Il panettone della foto sopra aveva tre farciture: insalata capricciosa e prosciutto cotto, salame dolce e edamer a fette, crescenza prosciutto crudo e rucola.
Di seguito altri suggerimenti per la farcitura:
- tonno e pomodoro
- prosciutto cotto e funghi
- gamberetti e rucola
- speck e gorgonzola
- mozzarella e pomodoro
- salmone e avocado
- uova e tonno
- tonno e cipolline
- radicchio, noci e formaggio cremoso
- salmone, tonno o pesce spada affumicati
Il bello del panettone è che si può farcire con qualunque cosa si trovi nel nostro frigorifero...si può fare misto, oppure vegetariano, oppure ancora tutto di pesce.

Spero di rifarlo presto in modo da fotografare tutti i passaggi della ricetta!

martedì 1 gennaio 2013

Pennette alla vodka con gamberi

INGREDIENTI:
- Pennette (o altro formato che preferite)
- Code di gambero sgusciate
- Vodka
- Burro
- Aglio
- Sale
- Peperoncino o paprika
- Panna da cucina
- Sugo di pomodoro pronto (
oppure salsa di pomodoro, cipolla, sale, olio evo)
- Prezzemolo

Per prima cosa, se non avete il sugo già pronto, preparatelo facendo soffriggere un po' di cipolla in un paio di cucchiai d'olio d'oliva. Aggiungete la salsa di pomodoro, salate e cuocete qualche minuto facendo restringere un po'.
 
 
Quando è pronto spegnete e aggiungete la panna e una spolverata di prezzemolo tritato e mescolate bene.

Poi fate imbiondire l'aglio con una noce di burro in una padella larga che possa contenere la pasta, aggiungete i gamberi e lasciate rosolare.
 
 
Salate, aggiungente un pizzico di peperoncino o paprika (io ho usato il mio sale alla paprika e peperoncino) e quando sono ben rosolati sfumate con un po' di vodka.
 
 
Lasciate cuocere ancora qualche minuto poi spegnete e aggiungete la salsa di pomodoro e panna.

Scolate la pasta al dente direttamente nella padella con il sugo senza preoccuparvi di sgocciolarla troppo
 
 
accendete il fuoco, spadellate ancora un minuto e ... servite!!!
 
 

Muffin alla Nutella

Oggi....dolcetto! :)
Questi muffin alla nutella sono davvero buonissimi, tanto che continuo ad utilizzare la stessa ricetta anche per altri tipi di muffin! La ricetta l'ho presa sul sito di Misya (link nella colonna a dx) e ve la riporto qua:
 
INGREDIENTI:
- 370 g di farina
- 210 g di zucchero
- 110 g di burro
- 250 ml di latte
- 2 uova
- 1 bustina di lievito
- nutella
- zucchero a velo
 
 
Per prima cosa, disporre delle cucchiaiate di nutella su un foglio di carta forno o stagnola cercando di fare delle palline e riporre per un po' nel frigorifero o nel freezer, questo per evitare che una volta messa nell'impasto, in cottura non cada sul fondo (come è successo a me!)
Come per tutte le ricette dei muffin, si mescolano separatamente gli ingredienti secchi e quelli liquidi.
Quindi da una parte farina, zucchero e lievito e dall'altra uova, latte e burro fuso (che dovete prima lasciar intiepidire).
Unire poi insieme i due composti e mescolare bene per amalgamare il tutto.
Per ultima aggiungere un'abbondante cucchiaiata di nutella e mescolare ancora una volta.
Riempire gli stampini precedentemente imburrati e infarinati (a meno che non usiate i pirottini di carta come faccio io) fino circa a metà altezza, aggiungere la cucchiaiata di nutella precedentemente raffreddata e ricoprire con un altro po' di impasto.
Infornare a 180° per un quarto d'ora circa!
 
 
 

Crocchette di patate al gorgonzola

Ho trovato la ricetta di queste crocchette molto tempo fa su Cookaround e le ho preparate per uno dei tanti buffet, la scorsa estate. Sono davvero molto buone, peccato che io non faccia così spesso (ma meglio per la linea!) questo tipo di preparazioni perché ODIO friggere in casa! La ricetta è di katia_spina!
 
INGREDIENTI:
- 3 patate
- 1 uovo
- pane grattugiato q.b.
- sale
- gorgonzola
- olio per friggere
 
Prima di tutto bisogna lessare le patate e una volta cotte, passarle nello schiacciapatate.
Una volta raffreddate aggiungere il tuorlo d'uovo (conservare l'albume) e il sale.
Sbattere l'albume in un piatto fondo, poi prendere un po' di composto, appiattirlo nella mano e mettere al centro un po' di gorgonzola dopo di che richiudere a formare una pallina.
A questo punto, passare la crocchetta prima nell'albume sbattuto e poi nel pane grattugiato.
Una volta preparate tutte le crocchette friggere in abbondante olio e scolare su carta assorbente.
Mi spiace non aver fatto le foto di tutti i passaggi, ma quando sono presa a preparare i buffet non ho proprio il tempo di fotografare tutti i passaggi! Ad ogni modo, vi lascio il link del post di katia_spina, dove troverete tutto il procedimento fotografato! http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=104447
Ecco qua una foto, le crocchette al gorgonzola sono quelle davanti, più grosse, le altre sono olive ascolane!
 
 

Baci di dama

INGREDIENTI:
- 300 g di farina
- 300 g di nocciole sgusciate e pelate
- 300 g di zucchero
- 300 g di burro
- 80 g di cioccolato fondente
 
Se non utilizzate la farina di nocciole (io la compro in sacchettini al supermercato) mettete le nocciole intere nel mixer con metà dello zucchero e frullate fino a polverizzare bene il tutto.
In una ciotola mettere le nocciole tritate e aggiungete lo zucchero rimanente, la farina e il burro e cominciate a impastare finché non otterrete una palla liscia e omogenea.
Riporre in frigorifero per almeno 30 minuti.
Prendete poco a poco il composto e formate tante piccole palline e adagiatele sulla teglia rivestita con carta forno.
Attenzione a non fare delle palline troppo grandi (massimo come una biglia).
Rimettere ancora in frigo per una decina di minuti.
Infornare e cuocere per circa 20/25 minuti a 160° (controllate il grado di doratura).
Una volta cotti, lasciate raffreddare i biscotti prima di maneggiarli, perché sono abbastanza fragili.
Sciogliete il cioccolato a bagnomaria o nel microonde e spalmatene un po' su metà dei biscottini che accoppierete con altrettanti biscottini. Lasciate solidificare qualche ora prima di servire!
 
 
Potete preparare una versione al cioccolato semplicemente sostituendo 20 g di farina con altrettanti di cacao amaro.
Io non ne avevo ma sicuramente sono più belli se farciti con cioccolato bianco!
 

Stuzzichini per aperitivo o buffet (3)

Continuo con le ricettine semplici semplici, veloci veloci, adattissime per buffet o aperitivi....dal successo garantito!
 
ROTOLINI AI WURSTEL
Altro non sono che dei wurstel (interi) rivestiti di pasta sfoglia e tagliati a fettine prima di essere infornati a 200° per 5/10 minuti...
 
 
Delle GIRELLE ALLA PANCETTA mi sembra di averne già parlato nei post precedenti, ma in quel caso avevo utilizzato la pasta da pane invece che la pasta sfoglia, in ogni caso si tratta di un rettangolo di pasta sfoglia sulla quale va cosparso del grana grattugiato prima di adagiarvi le fettine di pancetta arrotolata. Dopo di che si arrotola il tutto, si tagliano tante fettine, e via nel forno a 200° per 5/10 minuti!
 
 
GRISSINI AL FORMAGGIO
Anche questi semplici semplici....rettangolo di pasta sfoglia......spolverizzare con grana o parmigiano grattugiati
 
 
Tagliate tante striscioline, doppiatele e attorcigliatele prima di disporle nella teglia, dopo di che infornate sempre a 200° finché non saranno ben gonfie e dorate


MINI CROISSANT AL SALMONE
Per i mini croissant di pasta sfoglia trovare il procedimento in questo post qua.
 
 
Una volta cotti tagliateli delicatamente con un coltello e farciteli con salmone affumicato o con quello che preferite!
 

Torta di ricotta e amaretti

Dedico questa ricetta alla mia amica Paola, che quando l'ho preparata per una delle nostre serate, se non ricordo male, l'ha molto apprezzata!
 
INGREDIENTI:
- 300 g di farina
- 150 g di zucchero + 100 g per il ripieno
- 1 bustina di lievito
- 100 g di burro morbido
- 1 uovo + 1 per il ripieno
- 150 g di ricotta
- 100 g di amaretti
 
Sbriciolare gli amaretti in una ciotola. Riunire tutti gli ingredienti per il ripieno (amaretti, ricotta, zucchero, uovo) e mescolare bene in modo da ottenere una crema omogenea
 
 
Sulla spianatoia fare una fontana con la farina, aggiungere il burro (a temperatura ambiente), l'uovo, il lievito, lo zucchero e impastare molto velocemente. Dovrete ottenere un impasto molto sbriciolato
 
 
Dividete l'impasto in due parti e con la prima parte ricoprite il fondo di una tortiera precedentemente imburrata e infarinata
 
 
Versate ora il ripieno
 
 
e ricoprite con la seconda parte dell'impasto
 
 
Infornare a 180° per 40 minuti circa
 
 

Sfogliette tiepide con bacon e patate

Oggi posto una ricettina per un antipastino sfizioso, trovata sul libro "Aperitivi e Stuzzichini - un gustoso spuntino per ogni occasione", provata, collaudata, insomma...a me sono piaciute tanto queste sfogliette!
 
INGREDIENTI:
- 250 g di pasta sfoglia
- 200 g di patate
- 150 g di ricotta
- 60 g di bacon
- 4 cucchiai di parmigiano
- 1 uovo + 1 per spennellare
- 2 cucchiai d'olio evo
- 1 ciuffo d'erba cipollina
- sale e pepe
 
 
Pelate le patate, tagliatele a rondelle e poi a fiammifero e lessatele in acqua salata 2/3 minuti, poi scolatele e lasciatele raffreddare.
Tagliate il bacon a striscioline e rosolatelo nell'olio evo fin quando è dorato, poi toglietelo dal fuoco e tenetelo da parte.
Amalgamate la ricotta con le patate, il bacon, un uovo, il parmigiano, un pizzico di sale, uno di pepe e l'erba cipollina tritata finemente.
Mescolate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e denso.
Stendete la pasta e con un coppapasta formate tanti cerchi (o quadrati, come nel mio caso), dove metterete un po' di ripieno.
Spennellate i bordi della pasta con l'uovo sbattuto e chiudeteli con un altro cerchio (o quadrato) di pasta facendo aderire bene i bordi.
Spennellate con l'uovo e disponete le sfogliette in una teglia antiaderente e infornatele a 180° per 15-20 minuti.
 

Torta Philadelphia e Nutella

A grande richiesta ecco la ricetta della torta al Philadelphia e nutella.
Qualche giorno fa, un'amica, mi ha fornito una gran quantità di Philadelphia...che farne?
Pensa e ripensa, ho deciso di cercare una ricetta per fare una torta diversa dal solito cheesecake.
Onestamente devo dire che non ricordo da dove ho preso la ricetta, sorry, forse da Cookaround!
 
INGREDIENTI:
- 250 g di farina 00
- 250 g di zucchero
- 200 g di Philadelphia (una confezione)
- 40 g di burro morbido (a temp. ambiente)
- 3 uova
- 1 bustina di lievito
- 1 bustina di vanillina
- Nutella
 
 
Montare le uova con lo zucchero fino a renderle chiarissime e spumose, dopo di che unire il Philadelphia, il burro morbido e la vanillina. Infine aggiungere la farina setacciata con il lievito e mescolare tutto, meglio ancora se con lo sbattitore elettrico.
Imburrare e infarinare una tortiera e versare quasi tutto il composto, poi distribuire sopra la nutella, meglio se ben fredda altrimenti scivolerà inevitabilmente sul fondo e infine ricoprire con il poco impasto rimasto.
In questo modo la nutella, scivolando verso il basso, dovrebbe fermarsi più o meno al centro.
In ogni caso consiglio di utilizzare uno stampo max di 22 cm.
Infornare a 180° per 40 minuti circa (fate la prova con lo stuzzicadenti).
 

Insalata di polipo

Oggi giornata piovosa, ventosa, insomma uggiosa al massimo quindi io...vi posto una bella ricettina estiva per farvi tornare il buonumore!
Estiva, forse è vero, ma a me piace talmente tanto che me la faccio durante tutto l'arco dell'anno!


INGREDIENTI:
- polipo fresco o congelato
- patate
- pomodori
- basilico
- olio
- sale
- limone
- 1 carota, 1 piccola cipolla e 1 costa di sedano per la cottura
 
 
Non vi do indicazioni precise per quanto riguarda le dosi perché dovrete fare un po' ad occhio....io di solito la faccio solo per me quindi non esagero (anche se cuocio sempre un bel po' di polipo e poi lo congelo).
Per prima cosa bisogna bollire il polipo...anche qui, darvi dei tempi di cottura è complicato in quanto dipende dal tipo di polipo che utilizzerete, soprattutto dalle dimensioni. In ogni caso calcolate almeno 45 minuti poi provate ogni tanto ad infilzarlo con una forchetta. Quando il polipo sarà morbido, spegnete il fuoco e lasciatelo raffreddare nell'acqua di cottura.
Una volta freddo tagliatelo a tocchetti. Io di solito lo sciacquo e levo la pelle e le ventose, perchè sinceramente mi danno fastidio, ma so che in molti le lasciano.
Nel frattempo, fate bollire una patata a cubetti e tagliate un pomodoro sempre a cubetti.
Quando la patata sarà pronta e raffreddata, in una bacinella unite polipo, cubetti di patata, cubetti di pomodoro, basilico tritato, condite con sale, olio e limone e....il piatto è pronto!!!!
 
 

Torta salata alle verdure

Oggi rispolvero una vecchia ricetta, le foto infatti risalgono all'estate scorsa!

La ricetta di questa torta salata l'ho presa dal sito di Misya...e poi l'ho realizzata con le verdure del nostro orto.
Naturalmente potete variare il tipo di verdure in base alla stagione.
Io questa torta salata non la mangio perché gran parte delle verdure che ho utilizzato non mi piacciono (carote, zucchine, melanzane) ma a detta di chi l'ha assaggiata è davvero molto buona!
 
INGREDIENTI:
- 1 confezione di pasta sfoglia rotonda
- 1 cipolla
- 1 carota
- 1 peperone
- fagiolini precedentemente lessati
- 2 zucchine
- 1 melanzana
- 10 pomodorini
- 1/2 bicchiere di latte
- 2 uova
- 2 cucchiai di parmigiano
- formaggio (io ho usato Galbanino)
- olio evo
- sale e pepe
 
La pulizia e la preparazione di tutte le verdure naturalmente richiede un po' di pazienza.
Per prima cosa lavare bene il tutto e poi si comincia a tagliare: le zucchine a rondelle (io uso una mandolina), la cipolla a fettine, la carota a julienne
 
 
la melanzana a fettine, i peperoni a listarelle
 
 
e i pomodorini a metà
 
 
In una padella bella grande scaldare un po' di olio e soffriggere la cipolla, poi aggiungere la carota, i peperoni, le zucchine, le melanzane,
 
 
coprire e lasciare cuocere per circa 15 minuti fino che le verdure non si saranno ammorbidite.
 
 
A questo punto aggiungere i fagiolini (che sono già cotti) e i pomodorini
 
 
Salare, pepare, mescolare bene tutte le verdure e lasciare cuocere per altri 5 minuti, poi spegnere.
Foderare una teglia adeguata con il disco di pasta sfoglia, lasciando fuoriuscire i bordi.
 
 
Versare le verdure nella tortiera e livellare
 
 
A parte in una ciotola sbattere le due uova e aggiungere il latte, il parmigiano, salare e pepare.
 
 
Versare il tutto sopra le verdure
 
 
Tagliare il formaggio a fettine e disporle sopra alle verdure
 
 
Chiudere i bordi della torta
 
 
e infornare a 200° per circa 30 minuti (qui è necessario regolarsi un po' ad occhio).
Ecco qua la torta appena sfornata, bella vero???
 
 

Pane profumato al rosmarino

Questa ricetta l'ho presa da una rivista comprata per caso qualche settimana fa. Ho accompagnato mio papà a fare un esame e mentre aspettavo sono andata all'edicola a comprarmi qualcosa da leggere e sono stata attirata da questa rivista mai vista prima, tutta su pane, pizza e focaccia. Beh le ricette mi sembrano tutte davvero interessanti.
Per il momento ho provato questa e devo dire che il pane ci è piaciuto davvero molto, spero anche a voi!
 
INGREDIENTI:
- 360 g di farina
- 18 cl di acqua tiepida
- 1 cl di olio evo
- 20 g di lievito di birra
- 1 rametto di rosmarino
- 1 uovo
- 10 g di sale fino
 
Il procedimento bene o male è sempre lo stesso: sciogliere il lievito nell'acqua tiepida, versare il composto nella farina disposta a fontana sul piano di lavoro, aggiungere sale, olio e rosmarino sminuzzato e impastare il tutto con le mani fino ad ottenere una palla liscia.
Coprire con un telo e lasciar lievitare per un'ora, poi riprendere l'impasto e dividerlo in panini, più o meno grandi a seconda dei vostri gusti. Nel mio caso ho formato prima una pallina e poi l'ho allungata con le mani.
Una volta preparati i panini, disporli sulla teglia del forno foderata con carta forno.
Con un coltellino praticare delle incisioni diagonali su ogni panino e spennellare con uovo sbattuto.
Lasciare riposare per altri 30 minuti e infornare a 200° per circa 30 minuti.